Paura del giudizio: come superarla?

superare la paura del giudizio - l'editoriale di italo pentimalli - blog rivista heisenberg

Condividi questo articolo

Superare la paura del giudizio può essere complesso. Se ti capita di subire la pressione che deriva dal giudizio di qualcuno, su qualcosa che hai fatto, o sul modo in cui sei, in questo editoriale voglio parlarti dei punti fondamentali per trasformare quella sensazione difficile che provi quando vieni giudicato, giudicata.

La sensazione non è piacevole perché all’essere umano piace sentirsi accolto, per quello che è, non gli piace sentirsi giudicato, scrutinato… perché quando c’è giudizio, c’è anche il rischio che quel giudizio non sia positivo, ma anzi, che sia negativo.

E allora cosa succede? Che se veniamo giudicati “sbagliati”, allora… siamo “sbagliati”?

superare la paura del giudizio - l'editoriale di italo pentimalli - blog rivista heisenberg

Il segreto per superare la paura del giudizio

Uno dei bisogni fondamentali dell’essere umano è proprio il bisogno di riconoscimento.

Prendo in prestito una frase dalle Alchìmie – le carte trasformative del Cervello Quantico:

“Impara a navigare dalle stelle, non dalle luci di ogni nave che ti passa accanto”

Cosa significa? Significa che ogni persona che ti passa accanto è come una luce, ed esprime un giudizio passeggero.

Mentre le stelle sono i tuoi punti fermi, il tuo giudizio su te stesso.

Quindi da dove prendi la direzione? Dalle stelle o dalla prima nave che ti passa accanto?

Cosa succede quando senti che il peso del giudizio delle persone che ti stanno intorno è troppo forte?

1) Ti senti ancora più sbagliato, sbagliata. Ma la verità è che non devi sentirti sbagliato perché è una risposta assolutamente biologica, risponde alla domanda “chi sono io rispetto al mondo?”

Quello che devi riuscire a fare è assorbire, e non subire il peso del giudizio, sono due cose ben diverse.

Dal punto di vista psico energetico ha a che fare con quello che nelle antiche tradizioni si identifica come il primo chakra. Si trova infatti alla base del corpo, responsabile della sicurezza e della stabilità. Vedi? Stabilità, stelle. Come dicevamo…

2) Il problema non è che “loro” ti giudicano, il problema è che in te quel giudizio fa breccia. Questo avviene perché una parte di te, nascosta o meno, si sta già giudicando. E allora quel tuo giudizio autoinflitto cosa fa? Apre un varco, una breccia appunto e permette al giudizio esterno di entrare. 

Se non riesci a superare la paura del giudizio quel varco si allarga, e puoi ben immaginare come di conseguenza anche il giudizio esterno possa entrare con più facilità e fare più male.

Ad esempio, se qualcuno non ti ritiene all’altezza di fare qualcosa, e a te fa male, è perché dentro anche tu in fondo in fondo senti di non essere proprio all’altezza. A fare male è quello. 

Se dicono che non puoi farcela, e a te fa male, è perché quel giudizio entra in risonanza con quella parte di te che sente di non potercela fare.

Ricordalo bene, nessun giudizio può farti male se il tuo muro portante è intatto, se da dentro ti apprezzi e ti ami. Solo quando quel varco si espande, il giudizio può colpirti.

Il problema non sono mai i giudizi esterni, ma qualcosa dentro di te che entra in risonanza.

Il mio suggerimento è: fai attenzione a quale giudizio esterno ti fa male, e scoprirai quale giudizio interno stai già esprimendo verso te stesso. E potrai lavorare su quello.

Attenzione, non si tratta di un muro che ti separa dal mondo esterno, non è una corazza. Bensì è più una colonna, dentro di te. Ti permette di ergerti e restare dritto, dritta di procedere serenamente nella tua vita e confrontarti con tutto quello che accade. 

Quindi mi raccomando: non un muro che ti separa, non un’armatura, ma una colonna che ti sostiene. 

Superare il peso del giudizio: ecco da dove partire

“Concentrati sulle luci delle stelle” significa anche concentrati su quello che ti fa stare bene.

Te lo voglio passare con un racconto personale.

Quando anni fa ho iniziato a parlare in pubblico, mi capitava di concentrarmi sulle persone che mostravano poca attenzione, magari stavano al cellulare, o erano distratte, insomma, il giudizio loro nei miei confronti era chiare: non sei interessante, non sei meritevole di ascolto e attenzione. E questo, come puoi ben immaginare, abbassava la mia energia. 

Anche io non riuscivo a superare la paura del giudizio.

Però, conoscendo le dinamiche della mente umana, e grazie agli strumenti del Cervello Quantico, in quegli anni ho iniziato invece a concentrarmi sulle persone che mi stavano ascoltando, che facevano di “sì” con la testa, che mi sorridevano. 

Ma ho potuto farlo solo perché ho trasformato il mio giudizio dentro di me in: sono interessante, sono meritevole di attenzione.

Mi sono concentrato sulle stelle.

superare la paura del giudizio - l'editoriale di italo pentimalli - blog rivista heisenberg

Cosa troverai in questo numero di Heisenberg?

Il numero di “Heisenberg” di questo mese ti aiuterà proprio a fare quello che ho fatto io: superare il peso del giudizio che  hai verso te stesso, te stessa e cominciare a concentrarti sulle stelle.

A cominciare dal Test del Cervello Quantico che pone la domanda: “Di chi è la colpa?” Ovviamente è una domanda provocatoria, e svolgendo il test scoprirai come migliorare il tuo rapporto con il giudizio, anche con il giudizio che tu esprimi sugli altri.

Per proseguire con le interviste di questo mese, la prima alla giovane Fatima El Maliani: insignita dal Presidente Mattarella del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica per il suo impegno civile nel suo quartiere, ci racconta come il meglio di noi si trovi riuscendo a superare la paura del giudizio.

La seconda a Massimo Inguscio, professore emerito di Fisica della Materia all’Università Campus Biomedico di Roma, con il quale abbiamo esplorato i benefici della tecnologia e delle scoperte della scienza moderna che ci fanno vivere in quella che viene definita “seconda rivoluzione quantistica”, e cosa significa tutto questo per le nostre vite.

In questo numero troverai anche un articolo che ti aiuterà nella vita quotidiana, nella rubrica sul lavoro. Leggendolo scoprirai quali possono essere gli effetti collaterali dei giudizi con colleghi, dipendenti o superiori… di quelli che ricevi, ma anche di quelli che esprimi.

Infine ti consiglio la visione del film suggerito da Virginio De Maio questo mese: Empire of Light. È una pellicola che può spronarti a superare la paura del giudizio, mettendo in discussione le tue programmazioni mentali troppo rigide.

Quindi, tieni a mente che il numero di “Heisenberg” di questo mese servirà a farti concentrare sulle stelle, sulle cose belle, su quello che c’è dentro, sul mondo del possibile.

È questo il mio augurio per te per questo mese: concentrati sulle stelle.

Continua la tua lettura iscrivendoti al Blog!

Inserendo i tuoi dati nella form qui sotto, potrai avere accesso GRATUITAMENTE all’articolo integrale pubblicato nella rivista mensile Heisenberg.

Condividi questo articolo

Leggi altri articoli del mondo di Heisenberg - la rivista ufficiale del Cervello Quantico

Pianeta Corpo
Vanessa Villa

Fidarsi del proprio corpo

In un momento così speciale e unico come quello della gravidanza è importante riportare l’attenzione, la cura e soprattutto la fiducia verso un luogo così

Leggi Tutto »

Tabella dei Contenuti

Scopri Heisenberg

La rivista ufficiale del cervello Quantico