Cosa significa per te la parola “gratitudine”?

Condividi questo articolo

“Grazie” è solo una parola, ma piena di significato. Il problema è che la gratitudine viene spesso confusa con l’accontentarsi. Ma la vera gratitudine, in realtà, è la cosa in terra più vicina al cielo. Riesci a percepire come vibri alto quando sei in uno stato di gratitudine? Riservati qualche minuto tutto per te, cerca di immedesimarti nelle situazioni. 

Attenzione: non rispondere pensando “è così che dovrei pensare” ma rispondi onestamente per come sei e come la pensi realmente ora. Solo così il test, le tue risposte e il commento ai punteggi che trovi in basso potranno realmente esserti utili, facendoti capire chi sei e dandoti una nuova direzione. 

Cosa pensi onestamente della vita?

1. È una guerra 

2. È una grande possibilità
3. È una benedizione 

Tendenzialmente quali sono i tuoi pensieri quando sei nel letto e stai per addormentarti?

1. I problemi che dovrò risolvere il giorno dopo 

2. I progetti che ho in mente per il futuro
3. Cerco la serenità 

Una persona ti fa un regalo inaspettato, come reagisci?

1. Penso a chissà perché abbia voluto farmelo 

2. Rimango piacevolmente sorpreso, gradisco e ringrazio
3. Mi viene da pensare al fatto che quella persona abbia avuto un pensiero per me e quanto amore c’è dietro a quel pensiero 

Secondo te l’abbondanza è determinata: 

1. Dalle cose che hai 

2. Dall’ambizione che hai riguardo al tuo futuro e dalla capacità di credere nei tuoi sogni
3. Dal perfetto equilibrio fra la gratitudine e l’ambizione di credere ai sogni poiché questo ti permette di crescere ma nel frattempo di goderti il viaggio 

Ripensa a te 10 anni fa, fallo ora. Qual è la prima cosa che ti viene da pensare?

1. Si stava meglio quando si stava peggio 

2. Che sto facendo un bel viaggio, momenti alti e momenti bassi ma è comunque un bel viaggio
3. Che oggi ho cose che dieci anni fa desideravo avere, mi sento grato 

Hai un obiettivo, un sogno da realizzare importante, come lo vivi?

1. Ho aspettative altissime poiché è una delle poche cose che riuscirà a rendermi felice 

2. Ci penso con grande passione e grande trasporto, sento che è una cosa fondamentale per me
3. Sento che è una cosa importante per me, dunque ci penso, lavoro in quella direzione, ma libero da aspettative poiché so che non sarà quello a darmi la felicità. Ho già tutto in questo momento per essere felice. Semplicemente voglio esserlo ancora di più 

La gratitudine è: 

1. Un sentimento che può provare chi ha tutto 

2. Un sentimento in cui bisognerebbe provare a vivere ogni giorno
3. Riconoscere la quantità di cose che diamo per scontate, smettere di farlo e accorgersi della bellezza in cui siamo immersi 

Vivere nella gratitudine significa: 

1. Accontentarsi 

2. Non buttarsi giù di morale quando le cose non vanno al meglio ricordandosi di quante altre vadano bene e di quanto siamo fortunati
3. Riconoscere tutto il bello in cui sono immerso e dire alla vita “Grazie, ne voglio ancora” 

Vai una sera a mangiare in pizzeria. Se ti fermi un attimo a pensarci, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

1. Meno male che avevo i soldi per andarci 

2. Sono felice e mi godo la serata
3. Sono grato di essermelo potuto permettere 

Se immagini il tuo 2022, che sta per arrivare, qual è la prima cosa che pensi?

1. “Io speriamo che me la cavo”

2. Ho dei dubbi ma anche delle certezze
3. Rimango affascinato nel pensare a cosa mi riserverà, quali sfide, quali risate, quali lacrime, quali sogni, quali situazioni, quali persone. 

TOTALE PUNTEGGIO

Da 10 a 15 punti: Profilo “FIORE DI IBISCO”

L’ibisco è una pianta molto nota e apprezzata in particolar modo per la bellezza e l’eleganza di ogni suo fiore. I fiori di ibisco sono grandi e luminosi, sono la vera peculiarità della pianta. Hanno però un problema: appassiscono molto velocemente, soprattutto se recisi. Allo stesso modo tu, nei momenti in cui sbocci sei un essere raro e prezioso, ma basta niente per affievolirti: un problema, una paura, un’incertezza. Resti ugualmente un fiore meraviglioso, ma provochi da te la tue recisione, appassendo molto velocemente. 

Consiglio: Vivi costantemente in una sensazione di incertezza, mancanza e bisogno. Hai la convinzione che per essere felice dovrai ottenere qualcosa che sarà la tua vera salvezza. Nel frattempo cosa fai? Continui a vibrare basso, vibri paura, bisogno, incertezza, e tutto questo non può che ostacolarti. Il problema più grande che devi superare è quello delle aspettative: se continui a credere che ci sia qualcosa di esterno che ti renderà finalmente felice sei sulla strada sbagliata. Sebbene a tutti piaccia crearsi intorno situazioni armoniose, la verità è che non garantiscono la felicità. Quante cose possiedi che dài per scontate? Da qui al prossimo numero di Heisenberg ti suggerisco di togliere attaccamento a quello che hai in mente. Non significa smettere di volerlo, ma smettere di pensare che sia indispensabile per la tua vita. 

DA 16 a 25 punti: Profilo “GIRASOLE”


Il Girasole è uno dei miei fiori preferiti, ha questa meravigliosa caratteristica di girarsi verso i raggi del sole e, come metafora, l’ho sempre ritenuta potentissima. Tu hai acquisito questa capacità nel corso del tempo e di questo ti va dato atto. Ti faccio i miei complimenti. C’è solo una domanda che ti faccio: visto che conosci la direzione, perché andarci a piedi e non con un mezzo più veloce?

Consiglio: Il Girasole come abbiamo appena detto si gira verso il sole. Ma cosa succede quando il sole non c’è? Si china su sé stesso, appassisce. Il Girasole non si rende conto che anche nel buio, anche nell’oscurità, c’è vita. I momenti difficili, le scelte difficili, gli obiettivi che non riesci a raggiungere, spesso provocano in te lo stesso effetto. Sei cosciente, molto cosciente che c’è di più, ma non sempre riesci a viverlo. Eppure la vita è perfetta, la natura è perfetta, nella caverna in cui non vuoi entrare c’è il tuo tesoro più prezioso. Il mio suggerimento da qui al prossimo numero di Heisenberg è questo: ogni volta che ti capita qualcosa che ti fa “appassire” ripetiti “è per me, non contro di me”. Se riuscirai a farlo saprai riconoscere il valore anche del buio e ringraziarlo. Riesci a sentire che è un tipo di gratitudine particolare? Riesci a sentire quante frequenze riesce a farti salire? 

DA 26 A 30 punti: Profilo ”FIORE DI LOTO”

Il Fiore di Loto è un simbolo molto antico, le sue foglie possono raggiungere il diametro di 1 metro ed è per molte culture il simbolo della purezza. Ma non è questa la sua caratteristica principale bensì un’altra: la sua capacità di mantenere inalterata la sua purezza e bellezza nel fango, dove il Fiore di Loto nasce e vive. 
Consiglio: Il tuo percorso ti ha portato a comprendere in modo profondo che la vita è una benedizione, in tutte le sue manifestazioni. Hai una visione chiara della tua dimensione anímica, per questo il fatto di vivere in uno stato di gratitudine non è per te una scelta, ma la naturale conseguenza di questa grande consapevolezza. Il fango però a volte oscura quella bellezza. Non devi preoccuparti, capita a tutti quando permettiamo a quel fango, che rappresenta i pensieri impuri, le emozioni non manifestate, i rancori, i giudizi e così via, di deturpare la pace in cui viviamo. Vibri alto, a volte altissimo. Ma ricorda di fissare un punto dentro di te e farne il tuo santuario sacro. Fallo quando sei in uno stato di gratitudine profonda, prova a percepirlo nel tuo corpo. Dove lo senti? Chiudi gli occhi e permettigli di espandersi in tutto il corpo. Quando lo senti in ogni cellula fai tre respiri profondi e poi sorridi. Fissalo. La volta successiva in cui ti accorgerai che un qualsiasi “fango” piuttosto che riflettere la luce del sole sta invece portando oscurità, ti chiedo di chiudere nuovamente gli occhi, portare la tua consapevolezza nel punto in cui quando hai fatto l’esercizio sentivi la gratitudine. Vibra alto, sempre di più.

Continua la tua lettura iscrivendoti al Blog!

Condividi questo articolo

Leggi altri articoli del mondo di Heisenberg - la rivista ufficiale del Cervello Quantico

Relazioni
Alessandra Croce

Diventare adulti

Non possiamo pensare di avere alcun potere sul nostro destino finché non decidiamo di diventare adulti. Al contrario di quanto si pensi, non è qualcosa

Leggi Tutto »

Tabella dei Contenuti

Scopri Heisenberg

La rivista ufficiale del cervello Quantico